Quattro chiacchere alla buona, senza presunzioni letterarie o scientifiche; senza preoccupazioni politiche; addirittura senza intenti di propaganda e, tanto più, di polemica o di emulazione. Forse prenderemo gusto alle nostre cose. Alla nostra storia, alla nostra parlata, a tutto ciò che caratterizza noi e le nostre montagne. E voglia Dio che questo chiacchiericcio valga a farci sentire sempre più uniti.